Iscriviti al sito e alla newsletter di Filodiritto

Welcome kit in omaggio

ISCRIVITI

Dipendenti pubblici, incarichi pubblici e fondazioni di partecipazione

13 aprile 2017 -
Dipendenti pubblici, incarichi pubblici e fondazioni di partecipazione

La questione che si intende esaminare nel presente scritto riguarda la compatibilità, o meno, dell’assunzione da parte di un dipendente pubblico, con qualifica di direttore di un reparto ospedaliero, di un incarico operativo all’interno del consiglio di amministrazione di una fondazione di partecipazione collegata al medesimo ente ospedaliero, in favore del quale opera.

A tale fine, pertanto, ci si soffermerà sul divieto di assunzione di incarichi pubblici da parte dei dipendenti delle pubbliche amministrazioni per poi fornire brevi cenni sulla figura della fondazione partecipata e trarre, infine, le opportune conclusioni.

 

1. Gli incarichi vietati ai dipendenti delle amministrazioni pubbliche

Innanzi tutto, proprio di recente, nel luglio 2013, il Dipartimento della Funzione Pubblica ha cercato di riordinare la normativa e di orientare le scelte dell’amministrazione pubblica in sede di elaborazione di regolamenti e atti di indirizzo (articolo 53 del Decreto Legislativo n. 165/2001 e articolo 1 della Legge n. 662/1996), emanando un documento contenente i criteri generali in materia di incarichi vietati ai dipendenti pubblici, traendo spunto dalla normativa vigente, dagli indirizzi generali e dalla prassi applicativa.

Si sottolinea, però, che detto documento non esaurisce i casi di preclusione, poiché rimangono salve le eventuali disposizioni normative che possono stabilire ulteriori casi di esclusione, ovvero fattispecie in deroga al regime di esclusività.

In base a detto documento, pertanto, il dipendente pubblico a tempo pieno non potrà assumere:

1. incarichi abituali e professionali, alle dipendenze di privati, ovvero nell’ambito di attività commerciali e industriali, ovvero nell’ambito di società costituite a fine di lucro, connotati da sistematicità/non occasionalità e continuità, senza comportare necessariamente che tale attività sia svolta in modo permanente ed esclusivo (articolo 60 del Decreto del Presidente della Repubblica n. 3/1957; articolo 5 del Decreto del Presidente della Repubblica n. 633/1972; articolo 53 del Decreto del Presidente della Repubblica n. 917/1986);

2. incarichi che determinano conflitti di interessi, poiché svolti in favore di soggetti privati:

a. nei cui confronti l’amministrazione presso cui lavora il dipendente pubblico ha funzioni relative al rilascio di concessioni o autorizzazioni o nulla-osta o atti di assenso comunque denominati, anche in forma tacita;

b. che sono fornitori di beni o servizi per l’amministrazione, relativamente a quei dipendenti di strutture che partecipano a qualunque titolo alla individuazione del fornitore;

c. che detengono rapporti di natura economica o contrattuale con l’amministrazione, in relazione alle competenze della struttura di assegnazione del dipendente, salve le ipotesi espressamente autorizzate dalla legge;

d. che abbiano o abbiano avuto nel biennio precedente un interesse economico significativo in decisioni o attività inerenti all’ufficio di appartenenza;

e. nei cui confronti l’amministrazione presso cui opera il dipendente svolge funzioni di controllo, di vigilanza o sanzionatorie, salve le ipotesi espressamente autorizzate dalla legge.

In generale, comunque, sono vietati tutti gli incarichi che presentano un conflitto di interesse, anche di natura potenziale, per la natura o l’oggetto dell’incarico o che possono pregiudicare l’esercizio imparziale delle funzioni attribuite al dipendente.



About

  • Contatti
  • Redazione
  • Pubblicità
  • Avvertenze
  • Privacy
  • Cookie

Newsletter

Rimani aggiornato sulle novità e gli articoli più interessanti della redazione di Filodiritto, inserisci la tua mail:

Iscriviti alla newsletter

© Filodiritto 2001-2017

Filodiritto è un marchio di InFOROmatica S.r.l.
P.Iva 02575961202
Direttore responsabile: Antonio Zama
Tribunale Bologna 24.07.2007,
n.7770 - ISSN 2239-7752

Sempre aggiornato

Scrivi la tua mail per ricevere le ultime novità, gli articoli e le informazioni su eventi e iniziative selezionati dalla redazione di Filodiritto.

*  Email:

Leggi l'informativa sulla privacy

Sede legale e amministrativa InFOROmatica S.r.l. - Via Castiglione 81, 40124 - Bologna
Tel. 051.98.43.125 - Fax 051.98.43.529

Credits webit.it