Iscriviti al sito e alla newsletter di Filodiritto.

Welcome kit in omaggio

La pubblicazione di contributi, approfondimenti, articoli e in genere di tutte le opere dottrinarie e di commento (ivi comprese le news) presenti su Filodiritto è stata concessa (e richiesta) dai rispettivi autori, titolari di tutti i diritti morali e patrimoniali ai sensi della legge sul diritto d'autore e sui diritti connessi (Legge 633/1941). La riproduzione ed ogni altra forma di diffusione al pubblico delle predette opere (anche in parte), in difetto di autorizzazione dell'autore, è punita a norma degli articoli 171, 171-bis, 171-ter, 174-bis e 174-ter della menzionata Legge 633/1941. È consentito scaricare, prendere visione, estrarre copia o stampare i documenti pubblicati su Filodiritto nella sezione Dottrina per ragioni esclusivamente personali, a scopo informativo-culturale e non commerciale, esclusa ogni modifica o alterazione. Sono parimenti consentite le citazioni a titolo di cronaca, studio, critica o recensione, purché accompagnate dal nome dell'autore dell'articolo e dall'indicazione della fonte, ad esempio: Luca Martini, La discrezionalità del sanitario nella qualificazione di reato perseguibile d'ufficio ai fini dell'obbligo di referto ex. art 365 cod. pen., in "Filodiritto" (https://www.filodiritto.com), con relativo collegamento ipertestuale. Se l'autore non è altrimenti indicato i diritti sono di Inforomatica S.r.l. e la riproduzione è vietata senza il consenso esplicito della stessa. È sempre gradita la comunicazione del testo, telematico o cartaceo, ove è avvenuta la citazione.

Cybersecurity: verso l’attuazione in Italia della Direttiva (UE) 2016/1148 NIS

29 novembre 2017 -

Di Sara Gobbato

 

Scade il 9 maggio 2018 il termine entro il quale gli Stati membri dovranno dare attuazione alla Direttiva (UE) 2016/1148, primo atto di armonizzazione adottato dall’Unione europea in materia di cybersecurity, recante misure per un livello comune elevato di sicurezza delle “reti e dei sistemi informativi” (“Network and Information Systems” da cui l’acronimo “NIS”).

Anche l’Italia si sta muovendo in tal senso, avendo recentemente attribuito con legge 163/2017 al Governo la delega per l’attuazione della Direttiva NIS.

Ad aiutare gli Stati membri nel percorso che si concluderà nel 2018 è intervenuta la Commissione europea, che lo scorso ottobre ha pubblicato una Comunicazione[1], corredata da un Allegato, allo scopo di chiarire gli obblighi contenuti nella Direttiva ed assicurare maggiore “certezza giuridica” ed omogeneità di interpretazione delle nuove norme per tutti gli attori coinvolti. Proprio in considerazione della dimensione transnazionale delle reti, dei sistemi e delle relative minacce alla sicurezza, nella citata Comunicazione la Commissione riconosce che, per l’efficacia della Direttiva NIS, risulta particolarmente importante il pieno coinvolgimento di tutti i Paesi membri in fase di attuazione, per l’instaurazione di un sistema di tutela veramente uniforme su scala europea[2].

Per capire quali vincoli gravano sugli Stati membri in sede di attuazione, bisogna innanzitutto ricordare che la Direttiva NIS è una Direttiva di “armonizzazione minima” (art. 3): gli Stati membri restano pertanto liberi di introdurre misure più stringenti, atte a conseguire un livello più elevato di sicurezza, fatta salva la limitazione di tale facoltà prevista per i “fornitori di servizi digitali” (art. 16, co. 10, sul quale si dirà infra).



About

  • Contatti
  • Redazione
  • Pubblicità
  • Avvertenze
  • Privacy
  • Cookie

Newsletter

Rimani aggiornato sulle novità e gli articoli più interessanti della redazione di Filodiritto, inserisci la tua mail:

Iscriviti alla newsletter

© Filodiritto 2001-2017

Filodiritto è un marchio di InFOROmatica S.r.l.
P.Iva 02575961202
Capitale sociale: 10.000,00 i.v.
Direttore responsabile: Antonio Zama
Tribunale Bologna 24.07.2007,
n.7770 - ISSN 2239-7752

Sempre aggiornato

Scrivi la tua mail per ricevere le ultime novità, gli articoli e le informazioni su eventi e iniziative selezionati dalla redazione di Filodiritto.

*  Email:

Leggi l'informativa sulla privacy

Sede legale e amministrativa InFOROmatica S.r.l. - Via Castiglione 81, 40124 - Bologna
Tel. 051.98.43.125 - Fax 051.98.43.529

Credits webit.it