Iscriviti al sito e alla newsletter di Filodiritto.

Welcome kit in omaggio

La pubblicazione di contributi, approfondimenti, articoli e in genere di tutte le opere dottrinarie e di commento (ivi comprese le news) presenti su Filodiritto è stata concessa (e richiesta) dai rispettivi autori, titolari di tutti i diritti morali e patrimoniali ai sensi della legge sul diritto d'autore e sui diritti connessi (Legge 633/1941). La riproduzione ed ogni altra forma di diffusione al pubblico delle predette opere (anche in parte), in difetto di autorizzazione dell'autore, è punita a norma degli articoli 171, 171-bis, 171-ter, 174-bis e 174-ter della menzionata Legge 633/1941. È consentito scaricare, prendere visione, estrarre copia o stampare i documenti pubblicati su Filodiritto nella sezione Dottrina per ragioni esclusivamente personali, a scopo informativo-culturale e non commerciale, esclusa ogni modifica o alterazione. Sono parimenti consentite le citazioni a titolo di cronaca, studio, critica o recensione, purché accompagnate dal nome dell'autore dell'articolo e dall'indicazione della fonte, ad esempio: Luca Martini, La discrezionalità del sanitario nella qualificazione di reato perseguibile d'ufficio ai fini dell'obbligo di referto ex. art 365 cod. pen., in "Filodiritto" (https://www.filodiritto.com), con relativo collegamento ipertestuale. Se l'autore non è altrimenti indicato i diritti sono di Inforomatica S.r.l. e la riproduzione è vietata senza il consenso esplicito della stessa. È sempre gradita la comunicazione del testo, telematico o cartaceo, ove è avvenuta la citazione.

Ad un anno dal “Winter Package”: proposte europee sull’efficienza energetica e sulle energie rinnovabili, tante novità ma poche ambizioni

05 febbraio 2018 -
Ad un anno dal “Winter Package”: proposte europee sull’efficienza energetica e sulle energie rinnovabili, tante novità ma poche ambizioni

3. L’Efficienza energetica: le modifiche proposte

L’efficienza energetica è uno dei temi che maggiormente ha interessato la Commissione nella predisposizione del Winter Package e ne rappresenta uno dei principali obiettivi. Nello specifico, la proposta di direttiva sull’efficienza energetica prevede un innalzamento al 30% dell’obiettivo per l’anno 2030 (in precedenza fissato al 27%). Questo aspetto ha però sollevato alcune critiche.

Il nuovo target proposto dovrebbe essere vincolante e tutti gli Stati Membri dovrebbero contribuire al suo raggiungimento nell’ambito dei piani nazionali per l’energia e il clima previsti dall’Unione dell’Energia.

Secondo la Commissione, il target del 30% per l’efficienza permetterà un’ulteriore riduzione delle importazioni di combustibili fossili del 12% al 2030 rispetto a quanto si sarebbe ottenuto con l’obiettivo del 27%, migliorando l’efficienza energetica degli edifici e dei prodotti.

L’aggiornamento della direttiva sull’efficienza prevede, inoltre, che i fornitori e i distributori di energia siano obbligati a ridurre i consumi dell’1,5% l’anno, a partire dal 2021 fino al 2030.

Nello specifico, inoltre, la Commissione propone modifiche al rendimento energetico nell'edilizia, che è impostato per essere:

  • “Smart”, incoraggiando l'uso delle moderne tecnologie, tra cui automazione degli edifici e delle infrastrutture di ricarica per veicoli elettrici, al fine di garantire agli edifici di operare in modo efficiente;
  • Semplice, riducendo o eliminando le precedenti disposizioni che non abbiano conseguito i risultati attesi;
  • Di supporto al rinnovamento edilizio, rafforzando i legami tra conseguimento di tassi elevati di ristrutturazione, finanziamento e di certificazione energetica, nonché rafforzando disposizioni in materia di strategie di ristrutturazione edilizia nazionali a lungo termine, al fine di ottenere la decarbonizzazione del parco immobiliare.

4. I finanziamenti pubblici per l’efficienza energetica

Per quanto riguarda, poi, nello specifico, i finanziamenti pubblici all’efficienza energetica, si segnala che negli ultimi anni l’Unione Europea ha aumentato la quantità di fondi pubblici disponibili per l'efficienza energetica: la Commissione ritiene però necessario aumentare anche gli investimenti privati ​​nell'efficienza energetica attraverso l'uso mirato di fondi pubblici, lo sviluppo di solide soluzioni di investimento e attività di supporto per gli sviluppatori di progetti.

In particolare, la Commissione considera gli edifici una parte essenziale della transizione energetica europea, come indicato nel documento “Smart finance for smart buildings” (sempre parte del Winter Package), che contiene ipotesi di finanziamento che puntano a stimolare investimenti pubblici e privati per ulteriori 10 miliardi di euro entro il 2020, incoraggiando una più efficace combinazione di tutte le forme di finanziamento disponibili (fondi strutturali, nazionali, etc.). L’obiettivo che si vuole raggiungere è quello di garantire un quadro di riferimento stabile con una prospettiva di lungo periodo, per un graduale processo di transizione verso la decarbonizzazione degli edifici, che porterà alla trasformazione del patrimonio edilizio dell'UE, ma anche alla creazione di crescita e di posti di lavoro (circa 400.000).



About

  • Contatti
  • Redazione
  • Pubblicità
  • Avvertenze
  • Privacy
  • Cookie

Newsletter

Rimani aggiornato sulle novità e gli articoli più interessanti della redazione di Filodiritto, inserisci la tua mail:

Iscriviti alla newsletter

© Filodiritto 2001-2019

Filodiritto è un marchio di InFOROmatica S.r.l.
P.Iva 02575961202
Capitale sociale: 10.000,00 i.v.
Direttore responsabile: Antonio Zama
Tribunale Bologna 24.07.2007,
n.7770 - ISSN 2239-7752

Sempre aggiornato

Scrivi la tua mail per ricevere le ultime novità, gli articoli e le informazioni su eventi e iniziative selezionati dalla redazione di Filodiritto.

*  Email:

Leggi l'informativa sulla privacy

Sede legale e amministrativa InFOROmatica S.r.l. - Via Castiglione 81, 40124 - Bologna
Tel. 051.98.43.125 - Fax 051.98.43.529

Credits webit.it