Iscriviti al sito e alla newsletter di Filodiritto.

Welcome kit in omaggio

Segreto industriale - Tribunale di Bologna: se vuoi ottenere protezione delle informazioni riservate devi provare (anche con documenti) l’approntamento delle misure di segretazione

02 novembre 2017 -
Segreto industriale - Tribunale di Bologna: se vuoi ottenere protezione delle informazioni riservate devi provare (anche con documenti) l’approntamento delle misure di segretazione

Il caso oggetto della controversia

Il Tribunale di Bologna si è pronunciato in merito ad una controversia riguardante il delicato tema della tutela delle informazioni aziendali riservate.

Nel caso specifico, le società attrici, operanti nel settore dei carrelli telescopici, avevano lamentato la sottrazione di proprie informazioni riservate da parte di una neo costituita società concorrente, nella cui compagine sociale risultava un ex socio di una delle società attrici, il quale, tra l’altro, nel corso del proprio precedente rapporto con la predetta società, aveva contribuito allo sviluppo di brevetti per invenzione.

 

La decisione del Tribunale

Con particolare riferimento alle domande delle società attrici concernenti la violazione di informazioni riservate, il Tribunale non ha ritenuto di accordare la tutela prevista dal Codice della Proprietà Industriale (“CPI”), non essendo stata adeguatamente provata, ad avviso del Tribunale, l’esistenza dei “caratteri propri e qualificanti delle informazioni riservate ex art. 98 CPI”, né l’illecita acquisizione delle stesse.

 

I requisiti di protezione delle informazioni riservate ai sensi dell’art. 98 CPI

La controversia in questione offre nuovamente l’occasione al Tribunale di Bologna per effettuare un’analisi puntuale dei requisiti di protezione richiesti dall’art. 98 CPI, approfondendone ed evidenziandone i tratti essenziali.

Con riguardo al requisito della segretezza e, in particolare, al riferimento alla conoscenza qualificata ed alla non facilità di accesso da parte degli operatori del settore, il Tribunale precisa che “non possono essere considerate segrete o riservate le informazioni note o quelle facilmente accessibili a questi ultimi in tempi e con costi ragionevoli, considerando, pertanto, come non tutelabili “le informazioni che possono trarsi da manuali tecnici diffusi, ovvero cui è possibile pervenire attraverso la semplice osservazione, o l’analisi chimica o ancora l’esame meccanico scompositivo del prodotto del concorrente (c.d. “reverse engineering”).



About

  • Contatti
  • Redazione
  • Pubblicità
  • Avvertenze
  • Privacy
  • Cookie

Newsletter

Rimani aggiornato sulle novità e gli articoli più interessanti della redazione di Filodiritto, inserisci la tua mail:

Iscriviti alla newsletter

© Filodiritto 2001-2017

Filodiritto è un marchio di InFOROmatica S.r.l.
P.Iva 02575961202
Capitale sociale: 10.000,00 i.v.
Direttore responsabile: Antonio Zama
Tribunale Bologna 24.07.2007,
n.7770 - ISSN 2239-7752

Sempre aggiornato

Scrivi la tua mail per ricevere le ultime novità, gli articoli e le informazioni su eventi e iniziative selezionati dalla redazione di Filodiritto.

*  Email:

Leggi l'informativa sulla privacy

Sede legale e amministrativa InFOROmatica S.r.l. - Via Castiglione 81, 40124 - Bologna
Tel. 051.98.43.125 - Fax 051.98.43.529

Credits webit.it