Iscriviti al sito e alla newsletter di Filodiritto.

Welcome kit in omaggio

Arresto in flagranza - Corte di Cassazione: è prefigurabile l’arresto in flagranza se si viene trovati in possesso di un Bancomat rubato

12 gennaio 2018 -
Arresto in flagranza - Corte di Cassazione: è prefigurabile l’arresto in flagranza se si viene trovati in possesso di un Bancomat rubato

L’inammissibilità del ricorso

La Seconda sezione penale ritiene la censura manifestamente infondata, richiamando due diversi punti di diritto.

Innanzitutto, per convalidare il fermo, il giudice delle indagini preliminari può diversamente qualificare il fatto-reato contestato, per negare la convalida, valorizzando unicamente la situazione che si prospettava alla Procura Generale operante all’atto dell’intervento.

Inoltre, integra il reato di ricettazione (di cui all’articolo 648 codice penale) la condotta di chi riceve, al fine di procurare a sé o ad altri un profitto, carte di credito o di pagamento, ovvero qualsiasi altro documento analogo che abiliti al prelievo di denaro contante o all’acquisto di beni o alla prestazione di servizi, provenienti da delitto, mentre devono ricondursi alla previsione incriminatrice di cui al Decreto Legislativo 21 novembre 2007, n. 231, articolo 55, comma 9, che sanziona, con formula generica, la ricezione dei predetti documenti “di provenienza illecita”, le condotte acquisitive degli stessi, nell’ipotesi in cui la loro provenienza non sia ricollegabile a un delitto, bensì ad un illecito civile, amministrativo o anche penale, ma di natura contravvenzionale.

La decisione del giudice delle indagini preliminari non può quindi essere censurata.

News pubblicata in: Diritto penale, Procedura penale


About

  • Contatti
  • Redazione
  • Pubblicità
  • Avvertenze
  • Privacy
  • Cookie

Newsletter

Rimani aggiornato sulle novità e gli articoli più interessanti della redazione di Filodiritto, inserisci la tua mail:

Iscriviti alla newsletter

© Filodiritto 2001-2018

Filodiritto è un marchio di InFOROmatica S.r.l.
P.Iva 02575961202
Capitale sociale: 10.000,00 i.v.
Direttore responsabile: Antonio Zama
Tribunale Bologna 24.07.2007,
n.7770 - ISSN 2239-7752

Sempre aggiornato

Scrivi la tua mail per ricevere le ultime novità, gli articoli e le informazioni su eventi e iniziative selezionati dalla redazione di Filodiritto.

*  Email:

Leggi l'informativa sulla privacy

Sede legale e amministrativa InFOROmatica S.r.l. - Via Castiglione 81, 40124 - Bologna
Tel. 051.98.43.125 - Fax 051.98.43.529

Credits webit.it