Iscriviti al sito e alla newsletter di Filodiritto.

Welcome kit in omaggio

Procedura penale

ARTICOLI

Archivio
  • 02 gennaio 2018 -Ne bis in idem: oltre la sentenza Donati

    Il quesito a cui si vuole dare risposta attiene alla possibilità di applicare in chiave estensiva il divieto del ne bis in idem ad un’ipotesi di contemporanea pendenza di due procedimenti, l’uno davanti al tribunale ordinario, l’altro davanti al tribunale militare, nessuno dei quali sia ancora giunto a conclusione, che abbiano ad oggetto lo stesso fatto e siano promossi contro la stessa persona.

  • 03 dicembre 2017 -Stalking - Beharrliche Verfolgung

    Il reato “beharrlicher Verfolgung” è stato introdotto nello StGB nel 2006. Il bene giuridico che il legislatore si è proposto di tutelare, è la libertà di condurre la propria vita nell’ambiente che si è prescelto, mantenendo le proprie abitudini.

  • 27 novembre 2017 -Il Whistleblowing

    “Whistleblowing” è un termine che letteralmente significa “soffiare nel fischietto” e deriva dall’inglese “to blow the whistle”, con chiaro riferimento all’azione dell’arbitro nel segnalare un fallo. Giuridicamente, trattasi di uno strumento legale di matrice anglosassone atto a segnalare tempestivamente eventuali tipologie di rischio quali pericoli sul luogo di lavoro, frodi, negligenze, operazioni finanziarie illecite, minacce alla salute, etc. 

  • 14 novembre 2017 -Il riciclaggio e il finanziamento del terrorismo in Svizzera

    Dal punto di vista criminologico e meta-geografico, il <<criminal risk>> dipende dalle minacce sociali e dalle lacune securitarie esistenti nel tessuto collettivo. Nel caso del riciclaggio di denaro e del finanziamento del terrorismo, alcuni Autori anglofoni hanno predisposto accurate griglie ermeneutiche per poter valutare la quantità e la qualità degli attentati anti-ordinamentali di carattere tributario e finanziario (threat assessment)

  • 07 novembre 2017 -Misure di prevenzione: la pericolosità passa ai supremi giudici

    Che la sentenza della Grande Camera della Corte EDU la quale condannava l’Italia per la violazione dell’articolo 2 prot. 4 CEDU, per il ritenuto deficit di prevedibilità e tassatività della disciplina delle misure di prevenzione nella descrizione delle condotte idonee a essere prese in considerazione per la valutazione della pericolosità sociale del soggetto proposto alla misura, avrebbe provocato nel nostro Ordinamento delle vere e proprie scosse telluriche, si è detto già all’indomani della pronuncia.

  • 26 ottobre 2017 -Indisponibilità del “braccialetto elettronico”: le Sezioni Unite risolvono la querelle ma la carenza di dispositivi perdura

    Nel recente passato la materia cautelare è stata oggetto di numerosi interventi legislativi, culminati, da ultimo, nella legge 16 aprile 2015, n. 47. Le ragioni di tale attivismo legislativo sono da ricondurre principalmente all’allarmante situazione di sovraffollamento delle carceri italiane, stigmatizzata dalla dura condanna per violazione dell’articolo 3 C.e.d.u., da parte della Corte Europea dei Diritti dell’Uomo.

  • 13 ottobre 2017 -L’omicidio colposo stradale e le lesioni personali colpose stradali alla luce dei fondamenti del diritto penale

    Un diritto che possa continuare ad esprimersi in modo dinamico e vigoroso non può prescindere da una oculata scelta della tecnica legislativa. Ciò che conferisce al diritto nostrano una silhouette dinamica è, in particolare, il pervasivo uso delle categorie giuridiche. Mutevoli anche quando restano formalmente immutate. Tale andamento è riscontrabile precipuamente in una recente Legge che ha inserito nel corpo del codice penale due nuovi reati: l’omicidio stradale e le lesioni personali stradali.

  • 11 ottobre 2017 -Restorative justice e rivalutazione del ruolo della vittima nelle modalità di risposta al reato

    La giustizia riparativa all’estero e in Italia, anche alla luce delle deleghe della Riforma Orlando.

  • 10 ottobre 2017 -Diritto all’oblio e diffamazione online: i 3 errori da non fare

    Sebbene di diritto all’oblio e di diffamazione online si parli quotidianamente, rimettendo il buon esito di un percorso (giudiziario e non) di salvaguardia dei propri dati in Rete a fattori e circostanze di natura il più delle volte oggettiva, è anche vero che una buona parte della casistica è da sempre, inevitabilmente, caratterizzata da una componente iniziale di improvvisazione e tentata autotutela da parte del soggetto coinvolto.

  • 28 settembre 2017 -Lo stalker e le sue querele

    Che tipo di rapporto passa tra l’uomo e la donna dal momento in cui si determina un rapporto cosiddetto amoroso? Possiamo dire fin d’ora che tale rapporto non ha nulla a che fare col “diritto naturale”.

About

  • Contatti
  • Redazione
  • Pubblicità
  • Avvertenze
  • Privacy
  • Cookie

Newsletter

Rimani aggiornato sulle novità e gli articoli più interessanti della redazione di Filodiritto, inserisci la tua mail:

Iscriviti alla newsletter

© Filodiritto 2001-2018

Filodiritto è un marchio di InFOROmatica S.r.l.
P.Iva 02575961202
Capitale sociale: 10.000,00 i.v.
Direttore responsabile: Antonio Zama
Tribunale Bologna 24.07.2007,
n.7770 - ISSN 2239-7752

Sempre aggiornato

Scrivi la tua mail per ricevere le ultime novità, gli articoli e le informazioni su eventi e iniziative selezionati dalla redazione di Filodiritto.

*  Email:

Leggi l'informativa sulla privacy

Sede legale e amministrativa InFOROmatica S.r.l. - Via Castiglione 81, 40124 - Bologna
Tel. 051.98.43.125 - Fax 051.98.43.529

Credits webit.it