Italia Caminiti

Avv. Italia Caminiti

Penalista e tributarista, studio Isolabella, Milano.

Nata a Taranto il 23 maggio 1977, si è laureata presso l’Università degli Studi di Perugia ed ha conseguito un Master di Specializzazione in Diritto e Impresa presso la Business School del Sole 24 Ore.

Fa parte dello Studio Isolabella dal 2004 e negli anni ha avuto modo di formarsi professionalmente affrontando processi per fattispecie di cui al D. Lgs. 231/2001, per reati fallimentari e per reati fiscali. Ha seguito, inoltre, processi riguardanti la tutela del patrimonio artistico, nonchè contestazioni di truffa ai danni dello Stato e reati di cui al Testo Unico Bancario. Ha assistito una società fiduciaria in occasione della voluntary disclosure, i rappresentanti di diverse società finanziarie, industriali e commerciali in contestazioni di esterovestizione, stabile organizzazione, frode fiscale e dichiarazione infedele, nonché una società attiva nel settore del chartering navale in plurime contestazioni di omesso pagamento delle accise sui carburanti. Ha assistito, inoltre, un produttore di device e numerosi medici in casi di malpractice. Ha redatto Modelli di Organizzazione ex D. Lgs. 231/2001 e svolto attività di supporto ai membri esterni dell’Organismo di Vigilanza.

Grazie all’esperienza maturata nei settori di riferimento, attualmente si occupa in prevalenza di responsabilità ex D. Lgs. 231/2001, di reati fiscali, di abusivismo bancario e finanziario e di reati colposi (malpractice medica e infortuni sul lavoro). Segue, inoltre, nelle problematiche quotidiane di possibile rilievo penale, un Istituto assicurativo e un gruppo multinazionale operante nel settore della logistica.

Interviene in qualità di docente presso la Business School del Sole 24 Ore nell’ambito del Master “Modello 231: Redazione, Compliance Aziendale e ODV”, del Master in Diritto e Impresa e del Master in Criminologia e Reati Economici, in materie legate alla responsabilità amministrativa delle persone giuridiche, ai reati societari, ai reati tributari e ai reati contro la Pubblica Amministrazione.

È autrice di varie pubblicazioni:

  • All’interno del libro a cura di G. Cerquetti e C. Fiorio, “Dal principio del giusto processo alla celebrazione di un processo giusto”, CEDAM, 2002: “La prova documentale e il giusto processo”;
  • Articoli per la rivista “Giurisprudenza Italiana” (Utet):
    • L’effettiva portata del principio locus regit actum”, 2002;
    • Nuovi orientamenti in tema di efficacia provvisoria dell'ordinanza cautelare emessa da g.i.p. incompetente”, 2002;
    • Il regime transitorio della nuova disciplina dei reati societari”, 2002;
    • Questioni nuove in tema di incompetenza territoriale ed ipercapacità del giudice onorario componente di un Tribunale collegiale”, 2003;
    • Sull’attendibilità delle dichiarazioni rese dai collaboratori di giustizia”, 2003.
  • All'interno del “Codice di procedura penale annotato” a cura di A. Gaito, Utet, 2003:
    • Artt. 330 – 335 c.p.p.;
    • Artt. 347 – 357 c.p.p.;
  • All’interno dell’Aggiornamento informatico “Codice di procedura penale ipertestuale”, a cura di A. Gaito, Utet:
    • -  Artt. 1 – 44;
    • Artt. 194 – 207;
    • Artt. 234 – 243;
  • Voce “Prova documentale”, all’interno dell’Appendice di aggiornamento del Digesto delle discipline penalistiche, De Agostini;
  • L’impatto della confisca obbligatoria e del sequestro preventivo nell’ambito dei reati tributari”: Link;
  • La Cassazione penale si esprime sul “nuovo” disastro ambientale” (con avv. Enrico Maria Canzi), Le Fonti Legal, Dicembre 2018;
  • Contagio da COVID-19 e infortunio in itinere: quali responsabilità per il datore di lavoro?” (con avv. Stefano Solida): Link.