Iscriviti al sito e alla newsletter di Filodiritto.

Welcome kit in omaggio

La pubblicazione di contributi, approfondimenti, articoli e in genere di tutte le opere dottrinarie e di commento (ivi comprese le news) presenti su Filodiritto è stata concessa (e richiesta) dai rispettivi autori, titolari di tutti i diritti morali e patrimoniali ai sensi della legge sul diritto d'autore e sui diritti connessi (Legge 633/1941). La riproduzione ed ogni altra forma di diffusione al pubblico delle predette opere (anche in parte), in difetto di autorizzazione dell'autore, è punita a norma degli articoli 171, 171-bis, 171-ter, 174-bis e 174-ter della menzionata Legge 633/1941. È consentito scaricare, prendere visione, estrarre copia o stampare i documenti pubblicati su Filodiritto nella sezione Dottrina per ragioni esclusivamente personali, a scopo informativo-culturale e non commerciale, esclusa ogni modifica o alterazione. Sono parimenti consentite le citazioni a titolo di cronaca, studio, critica o recensione, purché accompagnate dal nome dell'autore dell'articolo e dall'indicazione della fonte, ad esempio: Luca Martini, La discrezionalità del sanitario nella qualificazione di reato perseguibile d'ufficio ai fini dell'obbligo di referto ex. art 365 cod. pen., in "Filodiritto" (https://www.filodiritto.com), con relativo collegamento ipertestuale. Se l'autore non è altrimenti indicato i diritti sono di Inforomatica S.r.l. e la riproduzione è vietata senza il consenso esplicito della stessa. È sempre gradita la comunicazione del testo, telematico o cartaceo, ove è avvenuta la citazione.

Il diritto alla portabilità dei dati

15 maggio 2018 -
Il diritto alla portabilità dei dati

Abstract

L’articolo 20 del Regolamento generale sulla protezione dei dati ha introdotto nel nostro ordinamento un diritto individuale innovato e di ampia portata: il diritto alla portabilità. Il presente lavoro ha l’obiettivo di analizzare la portata e le principali caratteristiche di questo nuovo diritto. In particolare, gli obiettivi perseguiti dal Regolamento mediante l’introduzione dell’articolo 20; i casi esclusi dall’esercizio del diritto alla portabilità; le informazioni da fornire all’interessato; la fattibilità tecnica richiesta, ex articolo 20 comma 2 bis GDPR per la trasmissione diretta dei dati e le modalità ed i tempi di trasmissione.

La portabilità dei dati di carattere personale consente agli utenti, ai dipendenti e, in generale a qualunque persona i cui dati sono trattati, di recuperare i propri dati personali in un formato strutturato, di uso comune, leggibile da un dispositivo automatico ed interoperabile, al fine di conservarli su un proprio supporto o un cloud privato in vista di un utilizzo ulteriore per scopi personali ovvero di trasferirli ad un altro titolare.

La portata e le caratteristiche del diritto alla portabilità sono notevoli, pertanto, di seguito se ne analizzeranno i principali aspetti, in particolare:

- gli obiettivi perseguiti dal Regolamento mediante l’introduzione dell’articolo 20;

- i casi esclusi dall’esercizio del diritto alla portabilità;

- le informazioni da fornire all’interessato;

- la fattibilità tecnica richiesta, ex articolo 20 comma 2 bis GDPR, per la trasmissione diretta dei dati;

- le modalità ed i tempi di trasmissione.

 

Obiettivi

In base alle linee guida del Gruppo di lavoro ex articolo 29 Direttiva 95/46  gli obiettivi della innovativa previsione si riassumono nei seguenti punti:

- facilitare il più possibile il passaggio e lo scambio dei dati da un ambiente informatico ad un altro, evitando fenomeni di “lock-in” tecnologico e promuovendo la libera circolazione dei dati all'interno dell'UE e favorendo altresì la concorrenza tra i titolari del trattamento;

- consentire la creazione di nuovi servizi nel quadro della strategia dell’Ue per il mercato unico digitale;

- offrire la possibilità di «riequilibrare» il rapporto fra interessati e titolari del trattamento tramite l’affermazione dei diritti di controllo spettanti agli interessati in rapporto ai dati personali che li riguardano.

Articolo pubblicato in: Diritto dell'informatica


About

  • Contatti
  • Redazione
  • Pubblicità
  • Avvertenze
  • Privacy
  • Cookie

Newsletter

Rimani aggiornato sulle novità e gli articoli più interessanti della redazione di Filodiritto, inserisci la tua mail:

Iscriviti alla newsletter

© Filodiritto 2001-2018

Filodiritto è un marchio di InFOROmatica S.r.l.
P.Iva 02575961202
Capitale sociale: 10.000,00 i.v.
Direttore responsabile: Antonio Zama
Tribunale Bologna 24.07.2007,
n.7770 - ISSN 2239-7752

Sempre aggiornato

Scrivi la tua mail per ricevere le ultime novità, gli articoli e le informazioni su eventi e iniziative selezionati dalla redazione di Filodiritto.

*  Email:

Leggi l'informativa sulla privacy

Sede legale e amministrativa InFOROmatica S.r.l. - Via Castiglione 81, 40124 - Bologna
Tel. 051.98.43.125 - Fax 051.98.43.529

Credits webit.it