Iscriviti al sito e alla newsletter di Filodiritto.

Welcome kit in omaggio

La pubblicazione di contributi, approfondimenti, articoli e in genere di tutte le opere dottrinarie e di commento (ivi comprese le news) presenti su Filodiritto è stata concessa (e richiesta) dai rispettivi autori, titolari di tutti i diritti morali e patrimoniali ai sensi della legge sul diritto d'autore e sui diritti connessi (Legge 633/1941). La riproduzione ed ogni altra forma di diffusione al pubblico delle predette opere (anche in parte), in difetto di autorizzazione dell'autore, è punita a norma degli articoli 171, 171-bis, 171-ter, 174-bis e 174-ter della menzionata Legge 633/1941. È consentito scaricare, prendere visione, estrarre copia o stampare i documenti pubblicati su Filodiritto nella sezione Dottrina per ragioni esclusivamente personali, a scopo informativo-culturale e non commerciale, esclusa ogni modifica o alterazione. Sono parimenti consentite le citazioni a titolo di cronaca, studio, critica o recensione, purché accompagnate dal nome dell'autore dell'articolo e dall'indicazione della fonte, ad esempio: Luca Martini, La discrezionalità del sanitario nella qualificazione di reato perseguibile d'ufficio ai fini dell'obbligo di referto ex. art 365 cod. pen., in "Filodiritto" (https://www.filodiritto.com), con relativo collegamento ipertestuale. Se l'autore non è altrimenti indicato i diritti sono di Inforomatica S.r.l. e la riproduzione è vietata senza il consenso esplicito della stessa. È sempre gradita la comunicazione del testo, telematico o cartaceo, ove è avvenuta la citazione.

Smells like child spirit

06 giugno 2018 -
Smells like child spirit

Di Federica Pezza

 

It’s not Thursday anymore but it’s again time for a throwback.

Do you remember that colourful, weirdly smelling compound you kept using when you were a lovely child?

I am sure, you do – as your mother certainly does. Everyone has an artistic phase in their childhood and, generally, this is all about Play-Doh.

But time flies and soon you realize you are not made for the art business and become an accountant or, even worse, a lawyer…

Still, Play-Doh is there. It has been there since the1930s apparently and, I must admit, it is in quite good shape.

Well done to Hasbro’s founder and marketing team, indeed. But there is more behind the results and, surprisingly enough, it is all about law. And in fact, recently, the Hasbro company succeeded in obtaining a registration in, guess what, the “dough distinctive smell”.

Not the word, nor the colour or the package even – it’s so 2017 apparently. No, this registration is all about the smell of the Play Doh, which is described as “a unique scent formed through the combination of a sweet, slightly musky, vanilla-like fragrance, with slight overtones of cherry, and the natural smell of a salted, wheat-based dough.”

Disgusting, isn’t it? Yes, but still it is a registered trademark.

And in fact, as pointed out by Hasbro’s senior vice president “The scent of Play-Doh compound has always been synonymous with childhood and fun”. In other words: goodbye Mr Proust, Play-Doh is the new madeleine!

This is an unexpected success for Hasbro lawyers, considering that, at present, there are not many scent marks recognised by the US Patent and Trademark Office (USPTO). And in fact, following the Guidelines of the Office, for this purpose one has to demonstrate that “a fragrance serves no important practical function other than to help identify and distinguish a brand”[1].

Still, despite the difficulties, in the course of the years there have been a number of scent marks registered in the US, ranging from bubble gum scents for sandals to pina colada scent to coat ukulele (more details available at the following link http://mentalfloss.com/article/69760/10-scent-trademarks-currently-recognized-us-patent-office).

Articolo pubblicato in: Diritto comparato, Diritto industriale


About

  • Contatti
  • Redazione
  • Pubblicità
  • Avvertenze
  • Privacy
  • Cookie

Newsletter

Rimani aggiornato sulle novità e gli articoli più interessanti della redazione di Filodiritto, inserisci la tua mail:

Iscriviti alla newsletter

© Filodiritto 2001-2018

Filodiritto è un marchio di InFOROmatica S.r.l.
P.Iva 02575961202
Capitale sociale: 10.000,00 i.v.
Direttore responsabile: Antonio Zama
Tribunale Bologna 24.07.2007,
n.7770 - ISSN 2239-7752

Sempre aggiornato

Scrivi la tua mail per ricevere le ultime novità, gli articoli e le informazioni su eventi e iniziative selezionati dalla redazione di Filodiritto.

*  Email:

Leggi l'informativa sulla privacy

Sede legale e amministrativa InFOROmatica S.r.l. - Via Castiglione 81, 40124 - Bologna
Tel. 051.98.43.125 - Fax 051.98.43.529

Credits webit.it