Scuola: prove concorsuali anche per chi non ha potuto partecipare a causa del covid

Sessioni suppletive per chi in quarantena non ha potuto partecipare al concorso per i posti comuni e di sostegno della scuola dell’infanzia e primaria
scuola
scuola

Scuola: prove concorsuali anche per chi non ha potuto partecipare a causa del covid


Con Ordinanza cautelare dell’11.03.2022 (n. 1590/2022), il Tar del Lazio ha stabilito che a causa della situazione emergenziale tutti coloro che non hanno potuto partecipare alle prove del concorso ordinario – per i posti comuni e di sostegno della scuola dell’infanzia e primaria (indetto con D.D. n. 2215 del 18 novembre 2021) – perché in quarantena hanno diritto alla partecipazione a prove suppletive “nei termini che l’Amministrazione indicherà ai ricorrenti”.

Quindi, sul solco della precedente giurisprudenza formatasi sul punto, il TAR del Lazio ha ritenuto l’impossibilità oggettiva alla partecipazione alle predette prove concorsuali atteso anche il caso di violazione dell’obbligo di quarantena, configura una ipotesi di responsabilità penale ai sensi dell’articolo 4, comma 6 del decreto legge 25 marzo 2020 n. 19 (conv. in legge n.35 del 2020).

Pertanto, è indubbio che una valutazione da parte del Ministero dell’Istruzione dei diritti dei cittadini, già in prima istanza, avrebbe provveduto a prevedere l’eventualità di prove suppletive – in una situazione emergenziale che purtroppo ad oggi ancora persiste.