Covid-19

Covid-19 è un acronimo di COronaVIrus Disease 19, conosciuta anche come malattia respiratoria acuta da SARS-CoV-2 o malattia da coronavirus 2019, è una malattia infettiva respiratoria causata dal virus denominato SARS-CoV-2 appartenente alla famiglia dei coronavirus.

Il Covid-19 sta provocando tantissimi morti e malati di vario livello, gravi e gravissimi, che vengono regolarmente e quotidianamente ricoverati in reparti Covid-19, ovvero sezioni di ospedale dedicati espressamente alla cura e guarigione dell’infezione da Coronavirus o Covid-19.

In questi mesi le terapie intensive sono state prese d’assalto, all’inizio soprattutto in Europa, e in Italia in particolare, poi anche e soprattutto negli Stati Uniti e in Sud America, Brasile in particolare, dove si è registrata la mortalità più alta al mondo da Covid-19 e il secondo numero più alto in assoluto mai registrato di malati di questo terribile virus.

La malattia da Covid-19, partita dalla Cina nel mese di gennaio del 2020 e arrivata in Italia nel mese di febbraio dello stesso anno, ha provocato, oltre ai danni per la salute pubblica, anche un grandissimo dissesto economico e una crisi economica mai registrata dalla seconda guerra mondiale ad oggi.

In Italia sono stati presi tantissimi provvedimenti per contrastare la crisi provocata dal Covid-19, tra i quali il reddito di emergenza, il bonus baby sitter, il blocco dei licenziamenti, la proroga della Naspi, il blocco degli sfratti, l’estensione della Cassa Integrazione Guadagni (CIG), la sospensione dei pignoramenti su stipendi e pensioni, tutti sistemi potenzialmente efficaci per combattere la devastazione economica provocata dalla pandemia ora in essere.

Anche i ristori a fondo perduto, rivolti ad imprese, aziende e partite iva, hanno giocato un ruolo fondamentale nel combattere il Covid-19 e nel cercare di far riprendere una economia come quella italiana già profondamente messa a dura prova dalla precedente crisi e che, la pandemia da Covid-19, ha non solo aggravato ma anche confermato.

Insieme a quanto sopra indicato, il Governo Italiano, prima con Antonio Conte poi con Mario Draghi, presidenti del consiglio in periodo di crisi da Covid-19, hanno cercato di porre rimedio alla mancanza di entrate dovute al lockdown e alla chiusura delle principali attività produttive del paese utilizzando una serie di bonus volti a ristorare i danneggiati da un punto di vista economico da Covid-19.

Tra questi bonus, ricordiamo il bonus di 1000 euro previsto per i lavoratori stagionali, i bonus edilizi, il bonus occhiali, il bonus idrico, il bonus sotto forma di premio di cento euro per i dipendenti concesso nel mese di marzo 2020, tutti strumenti che hanno cercato di porre freno al danno provocato dalla pandemia da Covid-19.

Anche lo strumento dello smart working è stato implementato e messo a disposizione di tutti i datori di lavoro e delle aziende, che hanno incrementato l’utilizzo del lavoro agile e in alcuni casi, come nel lavoro pubblico, l’hanno visto diventare obbligatorio per contrastare l’infezione da Covid-19.

Come si esce da questa pandemia da Covid-19? I mezzi di cura sono ancora scarsi e poco chiari, anche se da più parti si invoca un curare a casa anziché utilizzare pronto soccorso o strutture ospedaliere pubbliche, poiché, si dice, il Covid-19 può essere battuto con antinfiammatori, antibiotici, aspirina, acido acetilsalicilico, idroclorina e altri mezzi idonei testati.

La grande speranza, però, per sconfiggere la pandemia ora in atto è quella del vaccino, dopo pochi mesi arrivato sul mercato e inoculato già su milioni di persone nel mondo, soprattutto grazie ad Astra Zeneca, Pfeizer e Moderna, anche se Sputnik e Johnson and Johnson stanno facendo la loro parte per sconfiggere, in maniera differente, il Covid-19.

Molto dipenderà anche dal nostro comportamento, quello dei cittadini, che attraverso l’uso di ausili sanitari, come le mascherine chirurgiche, o con il distanziamento di almeno un metro (ora portato a due metri) e l’attenzione alla cura e alla sanificazione di mani, superfici e vestiti, potranno determinare la sconfitta di questa terribile pandemia conosciuta in tutto il pianeta con il nome di infezione da Coronavirus. Ma molto c’è ancora da fare.

COVID E MAFIA
Diritto /

Covid e Pnrr

l’Uif ritorna con un messaggio chiaro, le mafie hanno particolari attenzioni nei confronti del mondo del finanziamento Covid e del PNRR.