Iscriviti al sito e alla newsletter di Filodiritto.

Welcome kit in omaggio

La pubblicazione di contributi, approfondimenti, articoli e in genere di tutte le opere dottrinarie e di commento (ivi comprese le news) presenti su Filodiritto è stata concessa (e richiesta) dai rispettivi autori, titolari di tutti i diritti morali e patrimoniali ai sensi della legge sul diritto d'autore e sui diritti connessi (Legge 633/1941). La riproduzione ed ogni altra forma di diffusione al pubblico delle predette opere (anche in parte), in difetto di autorizzazione dell'autore, è punita a norma degli articoli 171, 171-bis, 171-ter, 174-bis e 174-ter della menzionata Legge 633/1941. È consentito scaricare, prendere visione, estrarre copia o stampare i documenti pubblicati su Filodiritto nella sezione Dottrina per ragioni esclusivamente personali, a scopo informativo-culturale e non commerciale, esclusa ogni modifica o alterazione. Sono parimenti consentite le citazioni a titolo di cronaca, studio, critica o recensione, purché accompagnate dal nome dell'autore dell'articolo e dall'indicazione della fonte, ad esempio: Luca Martini, La discrezionalità del sanitario nella qualificazione di reato perseguibile d'ufficio ai fini dell'obbligo di referto ex. art 365 cod. pen., in "Filodiritto" (https://www.filodiritto.com), con relativo collegamento ipertestuale. Se l'autore non è altrimenti indicato i diritti sono di Inforomatica S.r.l. e la riproduzione è vietata senza il consenso esplicito della stessa. È sempre gradita la comunicazione del testo, telematico o cartaceo, ove è avvenuta la citazione.

L’Europa arranca di fronte al terrorismo islamico

12 giugno 2018 -
L’Europa arranca di fronte al terrorismo islamico

Per gentile concessione di ANALISIDIFESA.

Di Gianandrea Gaiani

 

Incapace di controllare i flussi migratori illegali che alimentano criminalità e jihadismo oltre ad arricchire anche le organizzazioni terroristiche, inefficace nel gestire il problema della radicalizzazione islamica di criminali comuni all’interno degli istituti penitenziari, inabile persino a trovare un’intesa tra i diversi Stati per punire con il carcere i foreign fighters che rientrano dai campi di battaglia dove hanno militato sotto e bandiere del Califfato o di al-Qaeda, l’Europa arranca in modo sempre più evidente e imbarazzante nella lotta al terrorismo islamico. 

Se di combattere l’estremismo musulmano in Europa non si parla neppure, complice il buonismo multiculturale suicida che domina governi e ambienti culturali, anche il contrasto ai terroristi conclamati e manifesti sembra diventare una “mission impossible” per i sistemi giudiziari e le forze di sicurezza del Vecchio Continente. 

Basti pensare all’allarme lanciato dal procuratore antiterrorismo francese, François Molins, che in un’intervista alla tv BFM ha annunciato che 40 detenuti per terrorismo dovrebbero essere rilasciati dalle carceri francesi tra quest’anno e il 2019. 

Molins sostiene che il rientro nella società di queste persone pone un “rischio enorme”, dato che molti di loro potrebbero non essersi pentiti. 

La situazione deriva dal fatto che prima del 2016 – spiega Molins – ancora si sottovalutava il pericolo posto dall’ISIS e gli imputati subivano dunque condanne più leggere rispetto a quanto avvenuto in seguito con tutti coloro che si sono trasferiti in Iraq e Siria per unirsi allo Stato islamico. 

L’uscita dal carcere di terroristi pericolosi e potenzialmente recidivi andrebbe ad accentuare una “minaccia endogena” già forte in Francia, dive sono 6 mila gli islamici tenuti sotto controllo perché considerati pronti a entrare in azione.

Articolo pubblicato in: Diritto dei Paesi dell’UE


About

  • Contatti
  • Redazione
  • Pubblicità
  • Avvertenze
  • Privacy
  • Cookie

Newsletter

Rimani aggiornato sulle novità e gli articoli più interessanti della redazione di Filodiritto, inserisci la tua mail:

Iscriviti alla newsletter

© Filodiritto 2001-2018

Filodiritto è un marchio di InFOROmatica S.r.l.
P.Iva 02575961202
Capitale sociale: 10.000,00 i.v.
Direttore responsabile: Antonio Zama
Tribunale Bologna 24.07.2007,
n.7770 - ISSN 2239-7752

Sempre aggiornato

Scrivi la tua mail per ricevere le ultime novità, gli articoli e le informazioni su eventi e iniziative selezionati dalla redazione di Filodiritto.

*  Email:

Leggi l'informativa sulla privacy

Sede legale e amministrativa InFOROmatica S.r.l. - Via Castiglione 81, 40124 - Bologna
Tel. 051.98.43.125 - Fax 051.98.43.529

Credits webit.it