Iscriviti al sito e alla newsletter di Filodiritto.

Welcome kit in omaggio

Attualità - Mantenimento figli: la Corte d’Appello di Milano definisce le linee guida sulle spese extra assegno

28 dicembre 2017 -
Attualità - Mantenimento figli: la Corte d’Appello di Milano definisce le linee guida sulle spese extra assegno

Con una nota del 14 novembre 2017, la Corte di Appello di Milano ha definito le “Linee guida nella determinazione delle spese extra assegno di mantenimento per i figli minori e i figli maggiorenni non economicamente indipendenti nel momento di separazione dei genitori”, frutto di un lavoro congiunto realizzato insieme al Tribunale, al Consiglio dell’Ordine degli Avvocati e l’Osservatorio sulla Giustizia Civile di Milano.

La novità di queste Linee Guida riguarda l’applicazione all’intera Corte di Appello di Milano.

Vediamole nello specifico:

- l’assegno di mantenimento periodico è destinato a coprire tutti i costi connessi alle esigenze ordinarie di vita del minore e, pertanto, devono ritenersi nello stesso incluse le seguenti: spese: il vitto, la mensa scolastica, il concorso alle spese di casa (canone di locazione, utenze, consumi), l’abbigliamento ordinario inclusi i cambi di stagione, le spese di cancelleria scolastica ricorrenti nell’anno, i medicinali da banco. L’elenco, si precisa, non deve considerarsi esaustivo;

- gli assegni familiari devono essere corrisposti al genitore collocatario (o affidatario) dei figli e rappresentano una voce aggiuntiva rispetto all’assegno di mantenimento. Oltre alle spese c.d. ordinarie, si precisa che per spese extra assegno (c.d. straordinarie) si intendono quelle che presentano almeno uno dei seguenti requisiti: occasionalità o sporadicità, gravosità o voluttuarietà.



About

  • Contatti
  • Redazione
  • Pubblicità
  • Avvertenze
  • Privacy
  • Cookie

Newsletter

Rimani aggiornato sulle novità e gli articoli più interessanti della redazione di Filodiritto, inserisci la tua mail:

Iscriviti alla newsletter

© Filodiritto 2001-2018

Filodiritto è un marchio di InFOROmatica S.r.l.
P.Iva 02575961202
Capitale sociale: 10.000,00 i.v.
Direttore responsabile: Antonio Zama
Tribunale Bologna 24.07.2007,
n.7770 - ISSN 2239-7752

Sempre aggiornato

Scrivi la tua mail per ricevere le ultime novità, gli articoli e le informazioni su eventi e iniziative selezionati dalla redazione di Filodiritto.

*  Email:

Leggi l'informativa sulla privacy

Sede legale e amministrativa InFOROmatica S.r.l. - Via Castiglione 81, 40124 - Bologna
Tel. 051.98.43.125 - Fax 051.98.43.529

Credits webit.it