Iscriviti al sito e alla newsletter di Filodiritto.

Welcome kit in omaggio

La pubblicazione di contributi, approfondimenti, articoli e in genere di tutte le opere dottrinarie e di commento (ivi comprese le news) presenti su Filodiritto è stata concessa (e richiesta) dai rispettivi autori, titolari di tutti i diritti morali e patrimoniali ai sensi della legge sul diritto d'autore e sui diritti connessi (Legge 633/1941). La riproduzione ed ogni altra forma di diffusione al pubblico delle predette opere (anche in parte), in difetto di autorizzazione dell'autore, è punita a norma degli articoli 171, 171-bis, 171-ter, 174-bis e 174-ter della menzionata Legge 633/1941. È consentito scaricare, prendere visione, estrarre copia o stampare i documenti pubblicati su Filodiritto nella sezione Dottrina per ragioni esclusivamente personali, a scopo informativo-culturale e non commerciale, esclusa ogni modifica o alterazione. Sono parimenti consentite le citazioni a titolo di cronaca, studio, critica o recensione, purché accompagnate dal nome dell'autore dell'articolo e dall'indicazione della fonte, ad esempio: Luca Martini, La discrezionalità del sanitario nella qualificazione di reato perseguibile d'ufficio ai fini dell'obbligo di referto ex. art 365 cod. pen., in "Filodiritto" (https://www.filodiritto.com), con relativo collegamento ipertestuale. Se l'autore non è altrimenti indicato i diritti sono di Inforomatica S.r.l. e la riproduzione è vietata senza il consenso esplicito della stessa. È sempre gradita la comunicazione del testo, telematico o cartaceo, ove è avvenuta la citazione.

Brevi note sui titoli di debito delle s.r.l.

17 settembre 2010 -
Generalità

La riforma del diritto societario (D.lgs. n. 6/2003) ha esteso anche alle società a responsabilità limitata (come già previsto dall’art. 2410 per le s.p.a.) la possibilità di finanziarsi attraverso l’emissione di obbligazioni, che l’art. 2483 denomina con una espressione di nuovo conio “titoli di debito”, a condizione che ciò sia espressamente previsto dall’atto costitutivo.

Viene in tal modo a cadere il divieto posto dalla precedente legislazione. L’art. 2486, comma 3 precludeva infatti alle s.r.l. l’emissione di obbligazioni e quindi l’accesso al risparmio diffuso. La ratio del divieto poggiava sulla considerazione che la struttura patrimoniale modesta della srl non consentiva una sufficiente garanzia patrimoniale per i sottoscrittori dei titoli e anche sul fatto che l’emissione di obbligazioni fosse da riservare a società di grandi dimensioni, strutturate in forma di s.p.a., che necessitano maggiormente di risorse finanziarie.

Con la riforma si è attribuito alle s.r.l. una fonte di finanziamento aggiuntiva (1) rispetto all’apporto dei soci ed al tradizionale credito bancario, cercando di contemperare l’apertura al mercato dei capitali con l’esigenza di salvaguardia dei risparmiatori, prevedendo che i possessori dei titoli siano garantiti da investitori professionali a cui è riservata l’esclusiva della sottoscrizione delle obbligazioni (2).

Natura dei titoli di debito

I titoli di debito emessi dalla s.r.l. sono titoli di credito ed in quanto tali soggetti alle regole cartolari, sono anche da considerarsi titoli di massa perché destinati ad una pluralità di sottoscrittori. Rientrano anche nel novero dei valori mobiliari ex art. 1, comma 1 bis, lett. b, D.lgs. 24 febbraio 1998, n. 58 (t.u.f.) ed hanno come rapporto sottostante un contratto di mutuo (3).

Gli stessi non possono attribuire ai possessori diritti di partecipazione, anche in via indiretta, come avviene invece per gli strumenti partecipativi ai sensi dell’art. 2346 c.c., norma non applicabile alle società a responsabilità limitata.

Va pure esclusa l’emissione di titoli convertibili in partecipazioni sociali, dato che è vietato fare delle partecipazioni oggetto di offerta al pubblico di prodotti finanziari (art. 2468, comma 1) (4).

Decisione di emissione

La decisione di emettere titoli di debito può essere adottata dagli amministratori o dai soci, secondo quanto previsto dallo statuto (l’indicazione può essere originaria o inserita in epoca posteriore), deve stabilire le condizioni del prestito e le modalità del rimborso, va successivamente iscritta a cura degli amministratori nel registro delle imprese (5). Non è quindi necessario l’intervento del notaio, richiesto invece per le s.p.a. (6). Prima dell’iscrizione non si potrà effettuare l’emissione dei titoli.

L’art. 2483 stabilisce che la decisione deve essere presa a maggioranza. Quando sono i soci a deliberare, è preferibile pensare che la maggioranza si conteggi per quota di capitale e non per testa. La decisione potrà essere adottata in un’apposita assemblea convocata o anche attraverso consultazione scritta o sulla base del consenso espresso per iscritto, ai sensi dell’art. 2479, comma 3.

Limiti

Diversamente dalle s.p.a. (art. 2412), il codice non prevede limiti quantitativi per l’emissione dei titoli (7). Nulla osta che gli stessi possano essere indicati dai soci nell’atto costitutivo, in riferimento ad esempio all’ammontare del capitale sociale, delle attività o del patrimonio netto. La decisione potrà riportare anche limiti qualitativi riguardanti la forma ed il contenuto dei titoli.

Articolo pubblicato in: Diritto commerciale, Diritto societario


About

  • Contatti
  • Redazione
  • Pubblicità
  • Avvertenze
  • Privacy
  • Cookie

Newsletter

Rimani aggiornato sulle novità e gli articoli più interessanti della redazione di Filodiritto, inserisci la tua mail:

Iscriviti alla newsletter

© Filodiritto 2001-2018

Filodiritto è un marchio di InFOROmatica S.r.l.
P.Iva 02575961202
Capitale sociale: 10.000,00 i.v.
Direttore responsabile: Antonio Zama
Tribunale Bologna 24.07.2007,
n.7770 - ISSN 2239-7752

Sempre aggiornato

Scrivi la tua mail per ricevere le ultime novità, gli articoli e le informazioni su eventi e iniziative selezionati dalla redazione di Filodiritto.

*  Email:

Leggi l'informativa sulla privacy

Sede legale e amministrativa InFOROmatica S.r.l. - Via Castiglione 81, 40124 - Bologna
Tel. 051.98.43.125 - Fax 051.98.43.529

Credits webit.it