Iscriviti al sito e alla newsletter di Filodiritto.

Welcome kit in omaggio

La pubblicazione di contributi, approfondimenti, articoli e in genere di tutte le opere dottrinarie e di commento (ivi comprese le news) presenti su Filodiritto è stata concessa (e richiesta) dai rispettivi autori, titolari di tutti i diritti morali e patrimoniali ai sensi della legge sul diritto d'autore e sui diritti connessi (Legge 633/1941). La riproduzione ed ogni altra forma di diffusione al pubblico delle predette opere (anche in parte), in difetto di autorizzazione dell'autore, è punita a norma degli articoli 171, 171-bis, 171-ter, 174-bis e 174-ter della menzionata Legge 633/1941. È consentito scaricare, prendere visione, estrarre copia o stampare i documenti pubblicati su Filodiritto nella sezione Dottrina per ragioni esclusivamente personali, a scopo informativo-culturale e non commerciale, esclusa ogni modifica o alterazione. Sono parimenti consentite le citazioni a titolo di cronaca, studio, critica o recensione, purché accompagnate dal nome dell'autore dell'articolo e dall'indicazione della fonte, ad esempio: Luca Martini, La discrezionalità del sanitario nella qualificazione di reato perseguibile d'ufficio ai fini dell'obbligo di referto ex. art 365 cod. pen., in "Filodiritto" (https://www.filodiritto.com), con relativo collegamento ipertestuale. Se l'autore non è altrimenti indicato i diritti sono di Inforomatica S.r.l. e la riproduzione è vietata senza il consenso esplicito della stessa. È sempre gradita la comunicazione del testo, telematico o cartaceo, ove è avvenuta la citazione.

I contratti tra Social Networks e utenti e il reimpiego dei dati di navigazione

15 novembre 2018 -
I contratti tra Social Networks e utenti e il reimpiego dei dati di navigazione

La pubblicizzazione della gratuità del servizio offerto fin dalla home page dei principali siti di social networks ha condotto alla prospettazione di una peculiare regolamentazione che escluderebbe obblighi di prestazione a carico delle parti. Da tale rilievo ne è scaturita ora la negazione della natura contrattuale dell’accordo tra il social e l’utente, ora l’esclusione della riconducibilità nell’alveo dei contratti di scambio in favore della assimilazione al “contratto gratuito atipico”, al “contratto di rete”, ai “rapporti di cortesia”, al “contratto di accesso ad Internet”, “ad accordi bilaterali e schemi, per certi versi, associativi”.

In realtà la valutazione degli interessi in gioco e della concreta operazione economica posta in essere induce a riconoscere che l’accordo tra il social network e l’utente prospetta un regolamento mediante il quale l’utente, al fine di ottenere l’accesso alla piattaforma, dispone del diritto alla privacy ed al controllo dei dati personali, consentendo al social network di “raccogliere, usare e condividere i suoi dati”. Tra il gestore del sito del social network e l’utente è concluso un accordo di scambio non più soltanto “di fatto” o economico, bensì un contratto di scambio “giuridico”. Tale conclusione induce a dubitare seriamente dell’affermazione secondo la quale il social network non è obbligato a fornire il servizio, né deve assicurare il corretto funzionamento della piattaforma, dal momento che queste prestazioni costituiscono il corrispettivo della licenza concessa dall’utente.

Al fine di comprendere tale operazione economica si affronta la questione centrale relativa al ruolo del consenso al momento della registrazione al social network quale accettazione della proposta contrattuale del social ovvero quale semplice autorizzazione al trattamento dei dati personali. A fondamento della prima soluzione sono prospettate diverse motivazioni anche mediante l’analisi delle recenti “Normative sui dati” dei più diffusi social e il loro raffronto con il Reg. 679/2016 che valorizza ulteriori condizioni di liceità del trattamento diverse dal consenso al fine consentire la libera circolazione dei dati nell’Unione e il loro trasferimento verso paesi terzi nel rispetto del diritto alla loro protezione.



About

  • Contatti
  • Redazione
  • Pubblicità
  • Avvertenze
  • Privacy
  • Cookie

Newsletter

Rimani aggiornato sulle novità e gli articoli più interessanti della redazione di Filodiritto, inserisci la tua mail:

Iscriviti alla newsletter

© Filodiritto 2001-2018

Filodiritto è un marchio di InFOROmatica S.r.l.
P.Iva 02575961202
Capitale sociale: 10.000,00 i.v.
Direttore responsabile: Antonio Zama
Tribunale Bologna 24.07.2007,
n.7770 - ISSN 2239-7752

Sempre aggiornato

Scrivi la tua mail per ricevere le ultime novità, gli articoli e le informazioni su eventi e iniziative selezionati dalla redazione di Filodiritto.

*  Email:

Leggi l'informativa sulla privacy

Sede legale e amministrativa InFOROmatica S.r.l. - Via Castiglione 81, 40124 - Bologna
Tel. 051.98.43.125 - Fax 051.98.43.529

Credits webit.it