Iscriviti al sito e alla newsletter di Filodiritto.

Welcome kit in omaggio

Testamento - Cassazione Civile: i beni lasciati in legato non possono essere sottoposti senza limite di tempo ad un vincolo di destinazione

10 luglio 2017 -
Testamento - Cassazione Civile: i beni lasciati in legato non possono essere sottoposti senza limite di tempo ad un vincolo di destinazione

La controversia

La controversia nasce nell’ambito di una disposizione testamentaria, con la quale la testatrice aveva disposto un legato a favore di una Casa di Riposo, ad amministrazione comunale, costituito da vari terreni ed una villa padronale, il tutto gravato da un perpetuo vincolo di non alienazione ed alla condizione che l’immobile fosse adibito a casa di riposo per indigenti.

 

Le parti

A seguito della morte dell’erede ed esecutore testamentario della testatrice, agivano in giudizio, avanti il Tribunale di Udine, gli eredi legittimi di quest’ultimo richiedendo la risoluzione dell’attribuzione testamentaria per inadempimento del legatario e la conseguente retrocessione del bene in loro favore.

E nel caso in cui fosse accertata l’illegittimità del vincolo di inalienabilità, chiedevano la dichiarazione di nullità del legato.

Di contro, il Comune, convenuto in giudizio quale titolare e legale rappresentante della Casa di Riposo, chiedeva il rigetto delle domande attrici ed eccepiva l’usucapione della proprietà dei beni legati.

 

I primi giudizi di merito

Dopo essere state rigettate dal Tribunale, le pretese degli eredi vengono accolte dalla Corte d’Appello di Trieste, che dichiara la risoluzione del legato per inadempimento del convenuto e dispone la retrocessione della proprietà dei beni a favore degli eredi.



About

  • Contatti
  • Redazione
  • Pubblicità
  • Avvertenze
  • Privacy
  • Cookie

Newsletter

Rimani aggiornato sulle novità e gli articoli più interessanti della redazione di Filodiritto, inserisci la tua mail:

Iscriviti alla newsletter

© Filodiritto 2001-2017

Filodiritto è un marchio di InFOROmatica S.r.l.
P.Iva 02575961202
Capitale sociale: 10.000,00 i.v.
Direttore responsabile: Antonio Zama
Tribunale Bologna 24.07.2007,
n.7770 - ISSN 2239-7752

Sempre aggiornato

Scrivi la tua mail per ricevere le ultime novità, gli articoli e le informazioni su eventi e iniziative selezionati dalla redazione di Filodiritto.

*  Email:

Leggi l'informativa sulla privacy

Sede legale e amministrativa InFOROmatica S.r.l. - Via Castiglione 81, 40124 - Bologna
Tel. 051.98.43.125 - Fax 051.98.43.529

Credits webit.it