Iscriviti al sito e alla newsletter di Filodiritto.

Welcome kit in omaggio

Sequestro - Cassazione Penale: può essere opposto il segreto professionale all’applicazione della misura sui dati informatici

20 novembre 2017 -
Sequestro - Cassazione Penale: può essere opposto il segreto professionale all’applicazione della misura sui dati informatici

La Corte di Cassazione ha stabilito che, ai sensi delle disposizioni del Codice di procedura penale, costituisce sequestro l’acquisizione dei dati contenuti in un archivio quando il trattenimento della copia determina la sottrazione all’interessato dell’esclusiva disponibilità dell’informazione. Trovano, pertanto, applicazione le disposizioni sul segreto professionale.

 

Il caso in esame

La pronuncia trae origine dal ricorso presentato da un dottore commercialista, nei cui confronti era stato emesso un provvedimento di perquisizione e sequestro di dati informatici dallo stesso detenuti. Impugnato detto provvedimento cautelare, il Tribunale del Riesame aveva dichiarato l’inammissibilità del gravame per mancanza di interesse, in ragione del successivo dissequestro del supporto fisico contenente detti dati, ritenendo, altresì, che fosse comunque mancato il sequestro stesso, in quanto l’autorità inquirente si era limitata ad estrarre copia della documentazione e dei supporti informatici, procedendo poi alla restituzione dei documenti originali.

Nel proprio atto di impugnazione, il ricorrente lamentava vizio di legge e difetto di motivazione rispetto al disposto sequestro di informazioni, con riferimento alla disciplina dell’esecuzione di copie dei documenti sequestrati e all’esercizio del segreto professionale dei dottori commercialisti.

In particolare, la difesa osservava che, nel caso di specie, doveva ammettersi “l’esistenza di un oggetto sequestrato, posto che nel nostro ordinamento penale il concetto di cosa copre anche il dato informatico, che dunque è di per sé passibile di sequestro”.

News pubblicata in: Diritto penale, Procedura penale


About

  • Contatti
  • Redazione
  • Pubblicità
  • Avvertenze
  • Privacy
  • Cookie

Newsletter

Rimani aggiornato sulle novità e gli articoli più interessanti della redazione di Filodiritto, inserisci la tua mail:

Iscriviti alla newsletter

© Filodiritto 2001-2017

Filodiritto è un marchio di InFOROmatica S.r.l.
P.Iva 02575961202
Capitale sociale: 10.000,00 i.v.
Direttore responsabile: Antonio Zama
Tribunale Bologna 24.07.2007,
n.7770 - ISSN 2239-7752

Sempre aggiornato

Scrivi la tua mail per ricevere le ultime novità, gli articoli e le informazioni su eventi e iniziative selezionati dalla redazione di Filodiritto.

*  Email:

Leggi l'informativa sulla privacy

Sede legale e amministrativa InFOROmatica S.r.l. - Via Castiglione 81, 40124 - Bologna
Tel. 051.98.43.125 - Fax 051.98.43.529

Credits webit.it