Iscriviti al sito e alla newsletter di Filodiritto.

Welcome kit in omaggio

Giudice - Cassazione Civile: la sentenza depositata dal giudice dopo le sue dimissioni è viziata da nullità insanabile dell’atto per mancata costituzione

12 settembre 2017 -
Giudice - Cassazione Civile: la sentenza depositata dal giudice dopo le sue dimissioni è viziata da nullità insanabile dell’atto per mancata costituzione

L’articolo 158 del Codice di Procedura Civile recita: “La nullità derivante da vizi relativi alla costituzione del giudice o all’intervento del pubblico ministero è insanabile e deve essere rilevata d’ufficio, salva la disposizione dell’articolo 161”.

Sulla base di questo articolo la Corte di Cassazione ha recentemente cassato una sentenza della Corte di Appello di Alessandria depositata dal giudice che si era antecedentemente dimesso dai suoi uffici.

 

I fatti

Davanti al Giudice di Pace, un avvocato ottiene la condanna al pagamento di euro 1.863,02 a carico di un collega a titolo di compenso per l’opera professionale svolta, in qualità di domiciliatario, presso l’allora Pretura di Novi Ligure, in una causa di diritto del lavoro promossa da un cliente del convenuto.

L’avvocato soccombente ricorre in Cassazione.

Con il primo motivo denuncia la nullità assoluta della sentenza per violazione degli articoli 132 e 158 Codice Procedura Civile avendo il giudice onorario del caso deliberato la decisione della controversia il 20 giugno 2011 e avendola depositata in cancelleria il successivo 5 luglio 2011, quando in data 29 settembre 2010 aveva rassegnato le dimissioni dall’incarico, dimissioni accettate con Decreto Ministeriale il 29 novembre 2010. Dalla medesima decisione emerge che la controversia sarebbe stata decisa il 20 giugno 2011, come da indicazione nel dispositivo, tenendo anche conto del fatto che il momento della deliberazione in un organo giurisdizionale monocratico rimane del tutto interno alla psiche dello stesso giudicante.

La Cassazione ritiene tale motivo fondato ed i restanti cinque motivi di ricorso proposti assorbiti dall’accoglimento del primo.

News pubblicata in: Diritto processuale civile


About

  • Contatti
  • Redazione
  • Pubblicità
  • Avvertenze
  • Privacy
  • Cookie

Newsletter

Rimani aggiornato sulle novità e gli articoli più interessanti della redazione di Filodiritto, inserisci la tua mail:

Iscriviti alla newsletter

© Filodiritto 2001-2017

Filodiritto è un marchio di InFOROmatica S.r.l.
P.Iva 02575961202
Capitale sociale: 10.000,00 i.v.
Direttore responsabile: Antonio Zama
Tribunale Bologna 24.07.2007,
n.7770 - ISSN 2239-7752

Sempre aggiornato

Scrivi la tua mail per ricevere le ultime novità, gli articoli e le informazioni su eventi e iniziative selezionati dalla redazione di Filodiritto.

*  Email:

Leggi l'informativa sulla privacy

Sede legale e amministrativa InFOROmatica S.r.l. - Via Castiglione 81, 40124 - Bologna
Tel. 051.98.43.125 - Fax 051.98.43.529

Credits webit.it