William Burroughs, lo scrittore che sparò alla moglie

La vita poco nota dello scrittore 
William Burroughs
William Burroughs

William S. Burroughs, lo scrittore che sparò alla moglie

William Burroughs ([ˈbʌroʊz]; Saint Louis, 5 febbraio 1914 – Lawrence, 2 agosto 1997), è stato uno scrittore, saggista e pittore statunitense, vicino al movimento della Beat Generation.

Scrisse diciotto romanzi, sei raccolte di racconti e quattro raccolte di versi. Cinque sono inoltre i libri pubblicati che raccolgono interviste o corrispondenze. Apparve inoltre in vari film e collaborò con numerosi musicisti e performer.

Per il suo tempo, William S. Burroughs era controverso come appariva. “Il pasto nudo”, il romanzo per cui è famoso e dal quale nel 1991 è stato tratto un celebre film di David Cronenberg, è stato inserito tra i libri censurati subito dopo la sua pubblicazione nel 1959.

Consumatore di droghe, lo scrittore ha tenuto posizioni forti e spesso altamente tradizionaliste sulla riproduzione e sui diritti delle donne.

Egli era apertamente omosessuale, nonostante avesse una moglie e un figlio. Si è successivamente scoperto che da piccolo aveva subito abusi sessuali.

Il fatto più controverso riguardante Burroughs, tuttavia, è l’aver sparato sua moglie nel 1951.

Non ci sono prove che dimostrino che lo scrittore fosse stato precedentemente violento verso sua moglie Joan Vollmer. Tuttavia, il 6 settembre 1951, Burroughs, Vollmer e alcuni amici hanno deciso di giocare a un gioco combinato con alcolici.

Su indicazione di Burroughs, Vollmer rimase a 3 metri di distanza da lui con un bicchiere in testa.

Nel tentativo di sparare il bicchiere, Burroughs sparò Vollmer in testa.

La donna morì a 28 anni. Anche se l'uomo ha dichiarato di essere sconvolto per quanto avvenuto, tuttavia successivamente ha descritto l’atto come il suo successo come scrittore, sostenendo che durante l’atto era posseduto da una forza esterna che voleva controllarlo.

Alcuni l’hanno interpretato questa terribile affermazione come un’ammissione di colpa.

Un particolare veramente sconvolgente della vita dello scrittore americano senz’altro poco noto ai più.